La sana alimentazione non si ferma

Quante volte ci si lamenta della vita frenetica e dei mille impegni?

In questo momento in cui la nostra quotidianità subisce una battuta d’arresto, ci troviamo in difficoltà su come impiegare il tempo in casa. Il nostro “ritiro” forzato può essere l’occasione per curarsi di più, leggere, imparare qualcosa di nuovo, fare sport.

Lo smart-working è uno strumento utile per proseguire l’attività lavorativa da casa; purtroppo, però, aumenta la sedentarietà. Inoltre, essere costretti a trascorrere molto tempo a casa potrebbe indurre ad eccessi alimentari per noia, ma è fondamentale non considerare questo periodo come causa inevitabile di aumento del peso corporeo.

Esiste dunque una dieta specifica da poter seguire per contrastare il Coronavirus?

Purtroppo non esiste una ricetta alimentare contro le infezioni virali, tanto meno contro il Covid-19, però una sana alimentazione e il mantenimento di uno stato nutrizionale ottimale potranno aiutare a prevenire, e nel caso a superare, la malattia.

Una sana alimentazione inizia da una spesa consapevole. Dato che ci è richiesto uscire di casa il meno possibile, il consiglio principale è quello di pianificare attentamente la spesa settimanale, controllando ciò che abbiamo già e creando un elenco di ciò che invece manca. Riempiamo il carrello con frutta e verdura fresca, di colori diversi, privilegiando sempre prodotti stagionali e locali e consumiamone almeno 3 porzioni al giorno, perché sono fonti di minerali e vitamine utili a rafforzare le difese immunitarie.

Evitiamo junk food, cioè tutti gli alimenti ricchi di zuccheri, sale e grassi (biscotti, merendine, patatine), in questo periodo dove siamo più facilmente in preda alla noia e potrebbe risultare difficile resistere alle tentazioni. Cerchiamo piuttosto di combattere la fame nervosa con attività piacevoli, come la preparazione di qualche ricetta più salutare e gustosa, nel rispetto delle nostre tradizioni mediterranee: ne trarranno beneficio la salute ma anche l’umore!

Approfittiamo di questi giorni in cui non siamo pressati da impegni mattutini per riprendere la sana abitudine di fare una buona colazione, ricca e salutare, che contribuisce notevolmente ad aumentare gli apporti di vitamine e minerali utili per la protezione dalle infezioni.

Scegliamo cereali e farine, meglio se integrali, per preparare piatti unici sfiziosi (riso, farro, orzo, quinoa, avena…) o per divertirci nelle preparazioni di pane e pasta fatti in casa. Importante anche variare le fonti proteiche animali e vegetali, evitando di abbondare con carni lavorate o affettati, ma inserendo anche pesce, legumi secchi o già lessati.

La minore mobilità potrebbe ridurre la spesa energetica del nostro organismo e per evitare un aumento di peso portiamo in tavola solo ciò che abbiamo deciso di mangiare, servendo una porzione “giusta” di ogni portata senza aggiungere altro.

Non dimentichiamo di dedicare del tempo, ogni giorno, all’attività fisica. Se non abbiamo a disposizione attrezzatura specifica non c’è problema, vanno benissimo anche esercizi a corpo libero.

Per quanto riguarda i bambini, è fondamentale l’esempio dei genitori. Si può approfittare di questo momento per coinvolgere i più piccoli nella preparazione dei pasti ed aumentare la varietà dell’alimentazione. Il cibo deve essere sempre presentato in modo attraente e gradevole, dando libero sfogo alla fantasia e alla creatività: chi più dei bambini possiede queste doti? Inoltre sarà più divertente e più facile mangiare ciò che si è scelto e si è aiutato a preparare.

Ricordiamoci che anche la buona tavola può aiutare a far fronte a questo momento difficile, dove a tutti noi sono richieste delle rinunce. Non rinunciamo mai, però, alla qualità e alla salubrità del cibo.

Dr.ssa Laura Campagnoli (Biologa nutrizionista)



Laura Campagnoli
laura.campagnoli91@gmail.com
No Comments

Post A Comment

Top