ARCA

ARCA è l’acronimo di Agricoltura per la Rigenerazione Controllata dell’Ambiente.

 

Agricoltura: le buone pratiche bioconservative rigenerative, che riducono il fenomeno dell’erosione, a tutela della vita del suolo.

Rigenerazione: il cibo di eccellenza come elemento determinante nella rigenerazione del suolo, ispirandosi all’antico modello di economia circolare della casa colonica mezzadrile dei territori collinari.

Controllata: un approccio di bacino idrografico, area ben definita e dunque misurabile. Le nuove tecniche e tecnologie, la ricerca, il monitoraggio, la sperimentazione in campo. Nulla è migliorabile senza l’oggettività della misura.

Ambiente: la salvaguardia del territorio e della sua bellezza secondo un pensiero olistico bioetico, generando un valore equo per le comunità proattive e comunicanti degli agricoltori e dei fruitori del cibo.

ARCA è un progetto imprenditoriale e per sua natura genera reddito, ma senza mai snaturare l’anima e la forma societaria benefit. Una società benefit crea benefici che si ripercuotono su comunità diverse unite da un interesse comune.

 

I PRINCIPI ISPIRATORI DI ARCA SONO:

La rigenerazione e la salute del suolo come fondamento dell’agricoltura e dell’alimentazione;

Il cibo e quant’altro direttamente o indirettamente connesso alla sua costruzione, distribuzione e fruizione, dall’agricoltura all’agroindustria, dal commercio ai servizi;

Il territorio collinare inteso come insieme di bacini idrografici, entità chiuse nonché misurabili, e il suo sviluppo economico, sociale, turistico e culturale;

Il miglioramento dell’ambiente per quanto le attività connesse al cibo possono e devono contribuire;

L’adozione del modello di economia circolare a garanzia per tutti gli attori delle filiere agroalimentari ARCA. Per gli agricoltori un giusto reddito basato più sui costi di produzione che sui prezzi di mercato, uscendo da una logica distorsiva. Per il rigeneratore coproduttore dei cibi un giusto valore e un alto contenuto qualitativo e nutritivo;

Il ritorno sul territorio di cultura, bellezza e occupazione qualificata. Una rigenerazione, quindi, non solo del suolo ma anche demografica e di intelligence.

ARCA ridisegna il concetto di agricoltura attuando rinnovate pratiche rigenerative del suolo e contribuendo alla salvaguardia del substrato vivente, alla preservazione rispetto all’erosione dei territori collinari, alla reintroduzione della biodiversità e all’implementazione di filiere alimentari di eccellenza.

ARCA favorisce il contatto diretto senza intermediari fra l’agricoltore e l’utilizzatore dei cibi che, da figura passiva, con il suo comportamento e le sue scelte, diventa rigeneratore attivo dell’ambiente impattando fortemente sulla salubrità e sulla qualità degli alimenti.

ARCA vuole rivoluzionare il modo attuale di fare agricoltura, per certi versi oggi distruttivo, introducendo nuove tecniche, consapevolezza e conoscenze scientifiche senza dimenticare la parte sana dei metodi del passato.

Le tecniche agricole ARCA arricchiscono e mantengono in salute i suoli in termini di microflora, microfauna e humus disponibile. Lombrichi, api e fiori, in qualità di indicatori biologici, sono gli altri “testimonial” ARCA.

ARCA è l’agricoltura com’era una volta. L’agricoltura contadina, o meglio l’uomo che ha presidiato e modellato la terra e il paesaggio, ci ha lasciato infatti una grande eredità: l’organizzazione della vita e la capacità produttiva della policoltura. Una civiltà da recuperare, rileggere e rinnovare. Essa stessa elemento rigenerante.

ARCA è la risposta per trasformare un impellente stato di necessità planetario in una grande opportunità imprenditoriale per il nostro territorio.

ARCA è un insieme di processi, che investono trasversalmente il percorso del cibo trasformando il ruolo degli attori di tutte le filiere agroalimentari.

ARCA mette al centro il pianeta, le persone, performances di eccellenza e un profitto eticamente corretto.

Partner

Logo loccioni

Partner

Logo loccioni
Top